Come scegliere il broker forex

Il Broker Forex per investire onlineLa scelta del broker è uno dei passaggi più importanti per investire con successo nel forex. Il broker, infatti, sarà l’intermediario che ci metterà a disposizione tutti gli strumenti necessari per investire nel mercato delle valute, uno dei più complessi dove un trader possa investire.

Visto che il web è pieno di recensioni dove vengono elencate le caratteristiche dei vari broker di riferimento del settore abbiamo deciso di realizzare qualcosa di diverso, ossia una guida per cercare di spiegare come scegliere il broker forex in funzione di quelle che sono le proprie esigenze. Lo scopo di questa guida è quello di fornire un metodo di valutazione per poi procedere in maniera autonoma alla scelta dell’intermediario presso cui aprire il conto magari partendo da un’ottima lista come quella che trovate sul sito wthink: vai al sito.

Cosa deve offrire un broker

Partiamo dai punti chiave, ossia dalle caratteristiche che distinguono una società di brokeraggio affidabile da una che non vale nemmeno la pena di prendere in considerazione:

  • Garanzie e sicurezza: all’intermediario con cui apriamo il conto scegliamo di affidare il nostro capitale. Per questo è fondamentale scegliere solo chi offre trasparenza e sicurezza. Per prima cosa è bene affidarsi prevalentemente a player che sono già da anni sul mercato. Inoltre, se possibile, è bene scegleire un broker che sia regolamentato da un organo competente, come ad esempio la Consob o similare.
  • Strumenti: oltre ad una valida piattaforma di trading è indispensabile che la società di brokeraggio ci metta a disposizione le news in tempo reale, strumenti di analisi dei grafici, materiale informativo, ecc.
  • Webinar e corsi: molti broker sono soliti organizzare corsi e webinar gratuiti per i propri clienti. Questi webinar sono tenuti da veri e propri professionisti del settore e possono essere delle ottime occasioni di crescita personale. A nostro avviso rappresentano quel di più che vale la pena valutare.
  • Assistenza: anche questo è un aspetto fondamentale perchè presto o tardi tutti possiamo avere qualche problema dal punto di vista tenico, informatico o commerciale e sapere di avere un servizio di assistenza rapido e disponibile ci farà dormire sogni tranquilli.
  • Commissioni e costi: non a caso questo punto è stato lasciato per ultimo. Di sicuro se voglio un servizio serio, affidabile e di qualità non posso pensare di scegliere quello più economico. Detto questo è ovvio che a parità di affidabilità e qualità di un broker si può scegliere quello che offre le commissioni migliori per gli strumenti che pensiamo di voler tradare o quello che ci mette a disposizione un bonus di benvenuto più alto.

Capire quello di cui si ha bisogno

Come abbiamo detto il broker va scelto anche e, soprattutto, in funzione delle proprie esigenze. Avere ben chiaro quello di cui si ha bisogno, qual è la propria operatività, è fondamentale ai fini di non sbagliare questo importante passaggio.

Prima di scegliere la società di brokeraggio, quindi, dobbiamo sapere:

  • quanto vogliamo investire nel forex: questo aspetto è molto importante perchè alcuni broker chiedono un versamento minimo per poter aprire un conto. L’importo minimo varia da 100 euro a 5 mila. Inoltre molte società offrono ai nuovi clienti un bonus di benvenuto che varia in funzione del capitale versato. Quindi è bene darsi subito un budget e partire con quello.
  • che tipo di operatività: nella scelta dell’intermediario incide, anche, il tipo di operatività che si intende adottare. Intraday, di medio periodo, scalping…. chiarire questo concetto nella fase preliminare può far risparmiare molti soldi in commissioni.
  • che strumenti ci interessano: in cosa vuoi investire? Direttamente sulle coppie di valute, oppure vuoi, magari, speculare in CFD? Questi aspetti sono importanti perchè, ad esempio, è inutile scegliere un intermediario specializzato in cfd se si preferisce operare direttamente sulle valute.

Conclusioni

Investire nel forex è davvero molto complesso e la scelta del broker rappresenta, di sicuro, un primo fondamentale passaggio. Fare questa scelta in maniera consapevole significa risparmiare tempo e denaro e ottimizzare al massimo il proprio profitto.

Troppo spesso, infatti, si vedono persone con poca esperienza aprire un conto di trading sul forex solo perchè attirati dalle pubblicità di sedicenti broker che fanno immaginare facili guadagni.

La realtà, aimè, è ben diversa. Per guadagnare in maniera costante è necessario studiare, impegnarsi e testare più e più volte sistemi e strategie diverse. Insomma il forex è un mercato finanziario che può dare grandi soddisfazioni ma va preso sul serio e affrontato con la dovuta preparazione.

2 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*