Investire in Borsa: qualche consiglio per andare sul sicuro

Negli ultimi anni è aumentato di parecchio il numero di persone che decidono di investire in Borsa. Potrebbe sembrare un paradosso, ma proprio la crisi che stiamo vivendo spinge molta gente verso metodi alternativi che permettano di ottenere un reddito, trasformando di fatto la Borsa in un luogo in cui riporre le proprie speranze. Ma bisogna stare attenti, i mercati sono sempre pieni di insidie e non tutti riescono ad uscirne con il proprio capitale integro. Quali sono allora le mosse da mettere in atto per chi vuole iniziare questa avventura? Scopriamolo insieme.

Investire in borsaIl primo consiglio è anche il più banale: preparatevi al meglio, studiate e non sottovalutate l’importanza della teoria quando si tratta di affrontare i rischi del mercato. E non stiamo parlando solo della formazione, spesso troppo generica, universitaria, né tanto meno delle informazioni che si possono trovare in Rete.

Partecipate piuttosto a corsi specifici in cui pratica e teoria siano sapientemente dosate, spendendo qualcosina in più ma considerando questa spesa come il vostro primo, e più importante, investimento. In seguito passerete alla sola pratica. Allenatevi ad esempio su una delle numerosissime piattaforme demo che potete trovare su Internet, utilizzando conti virtuali che vi permetteranno di fare esperienza senza rischiare niente.

Quando vi sentirete davvero pronti, passate ai soldi veri. Ma anche in questo caso, andateci piano, la parola d’ordine resta “cautela”. Potete anche seguire i consigli di www.comegiocareborsa.com che tratta l’argomento in maniera professionale e approfondita.

Per iniziare possono bastare anche capitali minimi: un migliaio di euro se volete provare direttamente con i titoli derivati, qualcosa in più (5/10mila euro) se operate su azioni comuni. Aumentate poi gradualmente, non rischiando mai di più di quello che vi potete permettere e continuando a vedere questa fase come una sorta di palestra in cui accumulare esperienza.

È possibile inoltre sfruttare le incredibili potenzialità offerte dalla Rete. Oggi per fare trading bastano infatti un computer e una connessione, ma anche in questo caso bisogna andarci cauti. Il trading online permette di accedere a tantissimi vantaggi (piattaforme broker, grafici, guide, forum, ecc.), ma a volte rischia di far abbassare la guardia ai trader meno avveduti.

Soprattutto se siete alle prime armi, girate alla larga da tutti quei siti che vi promettono strategie vincenti al 100%, guadagni milionari in poche settimane o, più semplicemente, costi e commissioni troppo basse. Si tratta sicuramente di truffe che metteranno inutilmente in pericolo il vostro capitale, rovinandovi in partenza un’esperienza, quella del trading online, che può riservare grandi soddisfazioni.

A questo punto si entra nel vivo e  dovrete solo iniziare a fare sul serio. Vi trovate spaesati davanti all’infinità di titoli tra cui scegliere? Un trader esperto saprebbe scegliere i titoli in base a diverse considerazioni chiamate “analisi fondamentale”, un metodo che tiene conto di alcuni parametri dell’azienda su cui vuoi puntare, analizzandone gli attivi di cassa, i fatturati, le acquisizioni, le previsioni di mercato, ecc.

Tuttavia un investitore inesperto è meglio che non si cimenti con questa tecnica, troppo complicata all’inizio. Allora sarà meglio effettuare l’analisi tecnica e l’analisi ciclica sugli indici di Borsa, investendo tramite un paniere di titoli. Poco per volta, passerete al livello superiore. Il resto sarà tutto in discesa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*